Reti gas: collaudo

Reti gas: collaudo

Il collaudo delle reti gas è comprensivo di tutte le operazioni necessarie ad accertare la corretta realizzazione delle condotte, sia durante l’installazione che a conclusione dei lavori. Le tubazioni posate devono essere sottoposte al test di tenuta della pressione in accordo alle indicazioni fornite dalla norma UNI 9165 (2004). In relazione al diametro ed alla pressione di collaudo, la prova può essere sia di tipo pneumatico (impiego di aria o di un gas inerte) oppure idraulico (prevedendo, in questo caso, le modalità per l’eliminazione dell’acqua) e può essere effettuata su tronchi di differente lunghezza o sull’intera estensione. La prova di collaudo, che deve avvenire nelle condizioni più vicine possibile a quelle di esercizio, consiste nel sottoporre la condotta ad una pressione pari ad almeno:

  • 1,5 volte la pressione massima di esercizio per condotte di 4a e 5a specie;
  • 1 bar per condotte di 6a e 7a specie.

La prova viene considerata conclusa con esito positivo se la pressione si è mantenuta costante per almeno 24 ore (a meno delle variazioni dovute all’influenza della temperatura).

Nel caso in cui il collaudo sia eseguito per tratte, o nel caso di inserimento di componenti successivamente alla prova di tenuta a pressione, dovrà essere effettuata una prova finale su tutta la condotta con aria o gas inerte, seguendo le stesse modalità descritte in precedenza.